martedì 14 giugno 2011

In viaggio con Jane Austen, di Laurie Viera Rigler


Seguito del libro "Shopping con Jane Austen".
Jane è una giovane donna che viene catapultata dalla sua epoca, l'800 inglese, alla Los Angeles del presente, nel corpo di Courtney. Se nel primo libro Courtney deve vedersela con una società che in parte conosce, anche se solo da libri e ricostruzioni cinematografiche, Jane è completamente spaesata: non è in grado di muoversi in questo nuovo mondo e sono con grandissima concentrazione e attenzione riesce a poco a poco a farsi un'idea di ciò che la circonda.
Poco a poco lo sguardo penetrante e distaccato di Jane mette in luce gli innumerevoli vantaggi della vita moderna, ma riesce a cogliere anche e affinità con il mondo perbenista e bigotto da cui proviene, da cui ci distanziamo meno di quanto si possa immaginare a prima vista.
Il tema anche in questo caso è molto difficile da sviluppare, quando si immagina un personaggio del passato alle prese con il caos della vita moderna è facile cadere nel banale. E anche in questo caso, ancor più che nel precedente, l'autrice si è dimostrata molto attenta, delineando il personaggio principale con molta maestria.
La storia è carina, e persino il pizzico di "magia", che di solito mi procura l'orticaria, non mi ha dato fastidio.
Bello e ben scritto, decisamente consigliato come lettura leggera e piacevole, con spunti di riflessione interessanti. Unica pecca: la copertina è davvero bruttina, potevano sforzarsi un po' di più :)

1 commento:

  1. Carissima,

    da Janeite a Janeite non posso non invitarti nel Salotto dedicato ai derivati austeniani:

    http://oldfriendsnewfancies.blogspot.com/

    io sono LizzyP! ;)
    Ti aspetto e buone letture!

    RispondiElimina