mercoledì 23 marzo 2011

Superman contro Newton, di Robert Weinberg e Lois Gresh


Bello questo libro. E lo dico da due punti di vista: quello della persona che conosce bene l'argomento, e quello della persona che non lo conosce per niente.
In che senso? Ora ve lo spiego.
Non sono una grande appassionata di fumetti. Con poche eccezioni (di cui parlerò dopo) il mondo dei fumetti mi è completamente estraneo. Al massimo ho visto qualche trasposizione cinematografica (Spider-Man, Batman, i Fantastici Quattro). Di altri personaggi, anche se molto conosciuti (Hulk, Flash) non sapevo praticamente niente.
In questo senso questo libro è ottimo: parla in modo approfondito dei vari eroi spiegandone non solo le caratteristiche "scientifiche", ma anche il contesto sociale in cui sono nati, il carattere e le peculiarità più prettamente narrative. E allo stesso tempo spiega il fenomeno "fumetto", che mi ha aiutato ad entrare meglio nel contesto e a capire anche alcune scelte degli autori. Autori dei quali è riportata una interessantissima intervista alla fine del libro, che mi ha stimolato parecchie riflessioni di cui ho intenzione di parlare prossimamente sul blog.
Prima, però, parlavo di eccezioni. In effetti c'è un fumetto che conosco molto bene, di cui ho letto proprio le prime storie (ripubblicate in un unico volume qualche anno fa): Superman, che per mia fortuna è il primo eroe ad essere trattato nel libro. In questo caso ho potuto apprezzare in pieno le citazioni ad episodi specifici, le sottigliezze di cui il libro è ricco. E devo dire che il capitolo su Superman tocca alcuni problemi scientifici (c'è vita nell'universo? e se sì, quante probabilità esistono che sia intelligente?) che trovo molto interessanti. Le spiegazioni fornite dagli autori sono ben documentate e mi hanno fatto scoprire moltissime informazioni.

La seconda eccezione è un fumetto che ma avrei pensato di trovare trattato in questo libro. Mi aspettavo, ad esempio, Mandrake (che non c'è), con tutto il discorso dell'ipnotismo. Oppure Wonder woman, che non so che poteri abbia, ma suona bene (non c'è nemmeno lei). O Capitan America, o magari uno di quelli che non conosco nonostante sia famosissimo.



Ma non avrei mai immaginato di trovare un vero eroe della mia infanzia. Il fumetto che ho sempre divorato, spesso snobbato dagli adulti e dagli adolescenti, e soprattutto lui, il Disegnatore più grande, del quale ho letto centinaia di storie. Carl Barks, l'uomo dei paperi. E infatti (chissà come mai....) la storia che citano me la ricordo benissimo.



Con questa scelta gli autori hanno guadagnato la mia stima imperitura.

Bellissimo libro, scritto bene, piacevole e interessante. Unico difetto, troppo breve :) Consigliato

7 commenti:

  1. Questo mi pare interessante... non dovrei ma lo terrò in considerazione (certo se prima almeno mi leggessi "La Fisica dei Supereroi" che ho già da parecchio non sarebbe male... Unica curiosità: c'è Daredevil tra i personaggi menzionati nel libro?

    RispondiElimina
  2. Non ne parla in modo specifico, mi pare però che lo citino (non è uno dei supereroi che conosco, quindi non me lo ricordo).

    RispondiElimina
  3. Poco male, dovrò comunque ricordarmi di questo libro per il futuro.

    RispondiElimina
  4. mettilo in lista desideri su anobii, cosí quando ti serve lo ritrovi subito

    RispondiElimina
  5. Buona idea, devo imparare a sfruttarla quella parte.

    RispondiElimina
  6. solo fai attenzione alla priorità, da quanto ne so non funziona il meccanismo per cambiarla (uno dei mille bug di anobii...)

    RispondiElimina
  7. La priorità non la tocco, alla fine non m'interessa poi tanto. Se voglio un libro mi ricordo quanto m'interessa averlo. Dovrò stare attento a non inondare la sezione piuttosto...

    RispondiElimina