domenica 13 marzo 2011

La poltrona n.30, di Ellery Queen


Come ho già detto ho gusti decisamente limitati in fatto di gialli: mi piacciono Conan Doyle, Ellery Queen, Rex Stout, Agata Christie, Georges Simenon, Erle Stanley Gardner, Daniela Comastri Montanari, e... naturalmente Isaac Asimov! Gli autori non li conosco, quando ho provato a leggere un giallo che esulasse dall'elenco di scrittori citato mi sono sempre travata male, quindi continuerò così a meno di consigli (sempre ben accetti :) )
Ellery Queen mi piace molto, anche se non apprezzo tutti i suoi libri allo stesso modo, ogni tanto infatti trovo che esageri dando un tono un po' eccessivo e surreale (come nel romanzo "E l'ottavo giorno...").
La poltrona n. 30 l'ho trovato carino, ma non eccelso. Un delitto avvenuto in un teatro, durante la rappresentazione di uno spettacolo. Tutto ruota attorno a un dettaglio mancante: il cilindro della vittima. Interessante, ma ne ho letti di migliori.

Nessun commento:

Posta un commento