martedì 9 febbraio 2010

La diva Julia, di William Somerset Maugham



Uno dei libri che mi sono stati regalati da mamma. Avevo  bisogno di una bella storia. Di quelle che leggono nel cuore dei personaggi, che danno un punto di vista particolare sulle cose, che tengono gli occhi incollati alle pagine, che fanno vivere nella pelle del protagonista.

Maugham è secondo me un maestro in questo.
Nella prefazione l'autore afferma che Julia ha attirato molte critiche. Secondo me è un personaggio bellissimo, ma il lettore può rendersene conto solo alla fine.

Julia è una donna apparentemente superficiale. La sua superficialità, però, non è tanto un limite quanto una scelta. Una scelta, aggiungerei, molto intelligente. Riesce a vivere con relativa leggerezza, ad essere felice, e quando serve, a togliere la maschera e mostrarsi per come realmente è: una donna profonda, forte, pienamente consapevole di sé e del mondo, intelligente.

Credo che sia difficile per un uomo tratteggiare un personaggio femminile in modo accettabile dalle donne. Maugham ci riesce, ho ritrovato in Julia (anche se non ci assomigliamo per niente) molti dei mei pensieri.

Dieci e lode.