martedì 19 gennaio 2010

Consigli sessuali per animali in crisi, di Olivia Judson

Apriamo un settimanale a caso alla pagina della posta del cuore.
Tradimenti, amori sfortunati, ripicche, indecisioni.

Ma questi problemi risultano alquanto banali paragonati a quelli espressi nelle lettere alla Dottoressa Tatiana pubblicate nel libro che mi ha regalato Indy a Natale: come fare se si scopre che il proprio partner ha l'organo sessuale ricoperto di spine? O se è talmente focoso da non staccarsi dall'amata nemmeno dopo 10 giorni?



Olivia Judson, alias Dottoressa Tatiana, risponde ai problemi dei suoi piccoli e grandi lettori, appartenenti alle specie animali l più disparate, con simpatia e rigore scientifico, analizzando a fondo la situazione e cercandone le cause evolutive. E lettera dopo lettera vengono spiegati i meccanismi della riproduzione, i problemi e le infinite soluzioni presenti in natura. Una sorta di viaggio al centro della biologia.

Un libro estremamente interessante, divertentissimo, ben scritto e ben documentato, che ci insegna anche a riflettere molto bene prima di definire un determinato comportamento "contro natura"...

Letto dal 29 dicembre 2009 al 4 gennaio 2010

sabato 16 gennaio 2010

Ritorno a Berlino, di Lilli Gruber e Paolo Borella

Oggi, come ho raccontato sul mio blog, sono andata in ospedale, niente di grave, ma ci ho passato tante ore. E qui va fatto un passo indietro.

Da un po' di tempo ho voglia di libri seri. Saggi,  documenti storici, romanzi impegnati. Libri che lasciano qualcosa, che insegnano, che fanno pensare. Da troppo tempo ormai leggo solo libri di intrattenimento, e mi manca qualcosa. Ho voglia di confrontarmi con chi ha vissuto prima di me e sentire cosa ha da dire.

Su questa scia mia mamma mi ha regalato per Natale un bel po' di bei libri che poco a poco vi presenterò.

Il primo è "Ritorno a Berlino" di Lilli Gruber e Paolo Borella


Quando è caduto il muro di Berlino io avevo 5 anni e mezzo e avevo appena iniziato la prima elementare. Quando, due anni dopo, ho studiato geografia la Germania unita era una realtà. Ricordo quando andammo a Monaco con i miei, ero piccola, e loro parlavano della DDR. Io non capivo, come due Germanie? Sulla cartina ce n'è solo una.

Sotto questo aspetto sono una generazione sfortunata. Pochi anni in più e quelle cose le avrei vissute. Pochi in meno e le avrei studiate. E invece (complice la mia negligenza) ne avevo una visione estremamente superficiale e confusa. Ora mi chiedo come abbia fatto a non pormi mai domande, a non cercare di saperne di più. Vivo in Germania, e conoscere, almeno a grandi linee, la storia di questo popolo credo che sia un dovere. Adesso voglio imparare.

Il libro che sto leggendo (quasi finito, a dir la verità) è bellissimo. Un ottimo punto di partenza per chi come me non sa molto sulla materia e vuole approfondire. Ed è scritto benissimo. E' esattamente ciò di cui avevo bisogno.

A marzo andrò a Berlino per lavoro. Ero spaventata da questa opportunità, non volevo ridurre la mia conoscenza di Berlino a qualche strada e qualche monumento. Volevo avvicinarmi alla città con un po' di consapevolezza, con il rispetto che merita. Adesso mi sento più pronta.

Adesso che, dopo 20 anni, due mesi e qualche giorno, quando ho capito cosa è successo quel 9 novembre 1989 mi è scappata una lacrima.


letto dal 15 al ... gennaio 2010

sabato 9 gennaio 2010

Cave Canem, di Danila Comastri Montanari

I gialli mi piacciono, ma solo alcuni autori: Conan Doyle, Rex Stout, Ellery Queen, e di recente Agatha Christie.

Dopo aver letto qualche giallo davvero brutto ho deciso di lasciar predere gli esperimenti e di restare fedele ai più famosi signori del crimine.

Però, quando in libreria ho visto l'ultimo libro di questa autrice, e ho letto la preentazione, mi ha incuriosito molto. Sarà che sono romana, sarà che sono archeologa inside, ma mi sono fatta regalare da mamma il primo romanzo. Giusto per saggiare il terreno, fare conoscenza con i personaggi e vedere se mi piace.

Mi piace. Bella l'ambientazione, ben tratteggiati i personaggi, simpatici il protagonista e la spalla, interessante il colpo di scena finale, si legge benissimo, appassiona e non contiene violenza gratuita. L'autrice dice di essersi ispirata a Agatha Christie. La mia scarsa conoscenza di gialli modermi mi impedisce di vedere questa affinità, ma probabilmente il mio apprezzamento ne è la miglior prova.

Appena torno in Italia compro il secondo volume.

Letto dal 25 al 29 dicembre 2009

Arieccoci!!!!

Bentornati sul diario delle mie letture. Chi leggeva la vecchia versione si sarà accorto che da parecchio non scrivevo (o leggevo) più. In effetti sono vere entrambe le cose, il corso di tedesco e gli altri impegni mi hanno portqato a diradare le letture, e qanche per questo ho smesso di scrivere.

Anno nuovo libri nuovi, ne ho ricevuto parecchi a Natale e ne ho già letti un po'.

Non prometto di recensirli tutti, ma li voglio almeno citare.
Iniziamo con Cave Canem, di Danila Comastri Montanari.

P.S.: vi piace il template?