mercoledì 7 luglio 2010

Misfatto Negro, di Evelyn Waugh



Mamma mi ha sempre parlato di questo autore (che io ero convinta fosse una donna, ma vabbè). Mi aveva regalato questo libro prima della partenza per la Germania, e me ne aveva prestati altri due.
Ora, non so voi, ma io per potermi innamorare di un libro ho bisogno del colpo di fulmine, Se non mi prende entro pagina 100 è dura. E dopo averlo sfogliato l'ho rimesso a posto. Poi dopo averlo lasciato poltrire sullo scaffale per un po', un giorno ho deciso di aprirlo. 
L'inizio mi ha lasciato molto perplessa. Più andavo avanti e più mi dicevo: si, ok, va bene l'ambientazione, ma quando comincia? Poi ho scoperto che viene definito un libro umoristico, o meglio, satirico. Davvero???? Forse perché all'inizio l'ho preso molto seriamente, forse perché è un tipo di satira che non mi si addice, ma non l'ho capito ed apprezzato molto.
Devo ammettere che in un certo senso dà l'impressione di essere un bel libro, ma boh, non lo capisco, mi lascia perplessa. Speriamo che una rilettura lo migliori....

Nessun commento:

Posta un commento